Discussione: ristrutturazione chi la chista?

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

daiana
Utente registrato
23/07/2010
14:51:24
stanno ristrutturando il piano terra del condominio nelle parti comuni hanno costruito uno scivolo per disabili esclusivamente per uno studiomedico che verra ubdicato li e possibile farlo sulle parti comuni quando hanno spazio in altri posti?le fogne a chi spetta la spesa visto che noi non abbiamo chiesto nessuna ristrutturazione?



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10154 interventi
23/07/2010 15:35:11
I lavori di ristrutturazione "devono" essere sempre deliberati dall'assemblea dove verranno anche approvati gli stanziamenti necessari.

L'amministratore potrebbe intervenire in proprio "solo" in base all'art. 1110 e 1134, ma non sembra questo un caso idoneo.

Lo scivolo in oggetto sicuramente è stato fatto in quella posizione dietro perizia tecnica di un professionista, difficile contestarla a posteriori.

Per gli scarichi qui trovi riferimenti:

http://www.condomini.altervista.org/Scarichi.htm

Rispondi


daiana

Utente semplice
1 interventi
27/07/2010 19:30:13
i lavori del piano terra li stanno facendo privatamente.e anche lo scivolo per disabili noi condomini non lo paghiamo .. volevo sapere come e se possono farlo nelle parti comuni visto che e a uso privato dello studio medico e visto che avevano altri spazi dove costruirlo

Rispondi


claistron

Staff
10154 interventi
28/07/2010 08:28:13
Hanno diritto di realizzare una rampa per l'abbattimento delle barriere architettoniche, obbligatorio nel caso di attività aperte al pubblico.

Come ti ho detto sopra, le modalità di realizzazione sono contestabili solo dietro perizia di un tuo professionista che dimostri l'abuso sul suolo comune condominiale.
La perizia dovrà dimostrare che la realizzazione era possibile in altro luogo e dovrà dimostrare il "danno" subito dal condominio.

La contestazione andava comunque fatta in corso d'opera, non ora che il lavoro è stato completato.

Un ricorso giudiziario in tal senso appare quindi difficile da sostenere, costoso (perizie e controperizie), e con molte possibilità di soccombenza.

Parlane con il tuo amico geometra prima di porre in essere qualsiasi contestazione.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
lavori di ristrutturazione e ripartizione costi
metodo suddivisione spese di ristrutturazione facciata
agevolazioni fiscali mutuo ristrutturazione seconda casa
colonna portante pericolante durante lavori di ristrutturazione
ristrutturazione e quote condominiali
ristrutturazione villetta bifamiliare
ristrutturazione condominio
autorizzazione condomini aumento cubatura su suolo privato e ristrutturazione facciateabruzzo
distribuzione costi ristrutturazione lastrico solare di proprietà e relative spese legali
problema ristrutturazione facciata condominiale
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading