Discussione: impianto idrico - divisione

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

elisc
Utente registrato
14/07/2010
19:39:19
Buongiorno, siamo una palazzina di 4 appartamenti e 2 magazzini (è una casa speculare composta da 2 magazzini a piano terra, 2 appartamenti al 1° piano, 2 appartamenti al 2° piano) la mia famiglia è proprietaria di una metà intera, è desiderio di tutti i condomini tranne uno separare gli impianti tra le 2 metà dell'abitazione. L'unica possibilità, essendo l'impianto attuale abbastanza complicato, è che si crei un nuovo impianto nella mia metà di palazzina con contatori individuali, mentre l'altra metà continuerebbe ad usufruire del vecchio impianto e ad avere un contatore comune.
Vorrei capire se è fattibile e come devono essere ripartite le spese di divisione, e se in futuro saremo tenuti a provvedere comunque alle spese di manutenzione e riparazione del vecchio impianto del quale noi non usufruiremmo più.
In caso fosse possibile come è corretto muoversi al fine di tutelarci nei confronti degli altri condomini?
Grazie




Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10215 interventi
14/07/2010 20:50:33
Ne ho parlato spesso nel forum, quasi ogni giorno!

È da tempo in vigore la legge che "obbliga" l'installazione di contatori in tutte le unità immobiliari, la trovi come al "solito" qui:

http://www.condomini.altervista.org/ContatoriAcqua.htm

Fai valere la legge in oggetto.

Per le spese di manutenzione o ricostruzione dell'impianto si procede secondo il 3° comma dell'art. 1123 del Codice Civile.

Rispondi


elisc

Utente semplice
1 interventi
16/07/2010 14:14:40
Ti ringrazio, della legge sono a conoscenza ma occorre rivolgersi ad un giudice per farla applicare, almeno coì mi è stato detto da un amico avvocato, cosa che francamente vorremmo evitare data la lungaggine della procedura.
Di fatto data l'intricata conformazione dell'impianto l'unico modo per separarlo in due parti sarebbe che noi ci staccassimo, ma in questo modo, pur rinunciando a parti comuni non potremmo esimerci dal continuare a partecipare alle spese di manutenzione anche per quello che rimarrebbe il loro impianto.
Per le spese ad oggi applichiamo l'articolo 1123, infatti dividiamo in base all'uso.
Purtroppo siccome agli altri condomini rimarrebbe un impinato vecchio la loro intenzione è di approvare il nostro distaccamento ma di rifare in un secondo momento la loro parte di impianto pretendendo da noi la partecipazione alle spese (mi è stato confidato da un altro condomino). Cosa che non trovo giusta in quanto a quel punto noi saremmo dotati di nostro impianto indipendente. Purtroppo la legge (varie sentenze della Cassazione) ribadisce che anche se un condomino si stacca e si dota del proprio contatore deve comunque provvedere alle spese di manutenzione dell'impianto condominiale, che a conti fatti rimarrebbe quello di cui loro usufruiscono, registrato sotto il codice fiscale del condominio.
A questo punto credo mi convenga rivolgermi ad un legale data la "particolarità" del caso. Grazie comunque per la risposta,


Rispondi


claistron

Staff
10215 interventi
16/07/2010 21:18:41
Attenzione, l'ipianto di adduzione dell'acqua è a carico degli utilizzatori per le tubazioni "a monte" della propria unità immobiliare.

Insomma, se riesci a staccarti dall'impianto comune con un nuovo contatore fornito dal gestore, non sei obbligato a partecipare alle spese delle vecchie tubazioni.

Ho precise sentenze di cassazione in archivio propio su questo argomento.

La cassazione ha affermato che i tubi in oggetto sono privati fino alla congiunzione con le ramificazioni verso altri.
In questo caso si combinano il 2° e 3° comma del 1123.


Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
riparto costi per installazioni impianto citofonico
lavori impianto idraulico e scarichi
pianta impianto idraulico
spese condominiali a fronte di un impianto fotovoltaico non attivo
divisione ideale del cortile condominale per accesso auto da due cancelli
suddivisione spese da infiltrazioni negli appartamenti sottostanti una terrazza e parte del tettocon
dissenzienti per impianto videosorveglianza
distacco impianto centralizzato del riscaldamento
divisione costo agenzia affitto appartamento
suddivisione spese ripristino cancello elettrico condominiale
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading