Discussione: Ripartizione spese condominiali facciata. Il Box sottostante ma al difuori paga o no ?

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

guidolanda
Utente registrato
29/05/2010
18:12:22
Salve,

volevo sapere se per dei lavori di manutenzione straordinaria dei
prospetti o facciate, è corretto non far pagare tutti quegli inquilini che
posseggono un box che non ricade nella proiezione del fabbricato dove
si andranno a fare i lavori.


Praticamente c'è un inqulino che pur avendo 1 appartamento e mezzo al
4° piano e 1 box pagherà di meno di me che ho 1 appartamento al 2°
piano e 1 box.

Premetto che entrambi i box si trovano sotto il fabbricato ma mentre il mio vede (come proiezione) dal basso il fabbricato, quello dell'altro inquilino pur trovandosi sotto, non vede il fabbricato comune ma il cortile adiacente al palazzo e compreso nel muro di cinta del condominio.

Vi risulta corretto ? E se fosse così quali sono le normative di
riferimento che lo prescrivono ?

Per riassumere
- Tutte e 2 gli appartamenti si trovano nello stesso fabbricato
- il Fabbricato ha sotto dei box.. ma il piano sotto (vie di scorrimento, cantinole, accessi, ecc) si estende su una superficie più estesa di quella che copre il fabbricato
- quello del 4° piano ha un box sotto quasi accanto a quello mio che sono al 2° piano
- il mio box si trova sotto al palazzo e ricade esattamente sotto (dal mio box guardando su vedo il fabbricato)
- il box dell'inquilino del 4° piano si trova sempre sotto allo stesso palazzo ma sporge rispetto a questo.. ossia non rientra nelle proiezioni del fabbricato stesso



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10215 interventi
29/05/2010 19:01:02
Da quanto hai esposto appare chiaro che tutti i proprietari devono pagare in base ai millesimi dell'unità immobiliare, box compreso.

I muri perimetrali dell'edificio che incorpora i locali citati è "parte comune" ed ai sensi del 3° comma dell'art. 1123 devono partecipare alle spese tutti coloro che ricadono sotto il tetto di copertura e i muri perimetrali che sorreggono il tetto stesso.

Solo se il box in oggetto ricade in un edificio "separato" si potrà non partecipare alle spese.


Rispondi


guidolanda

Utente semplice
2 interventi
31/05/2010 18:27:27
Grazie per il riscontro

Quanto hai affermato è valido anche se il lavoro non è di semplice ritinteggio della facciata ma ha il compito di evitare che questo disgraziato rivestimento (parliamo di un edificio di appena 11 anni fa) che è il carpano (un materiale bellissimo da vedersi ma purtroppo molto sensibile alle intemperie se non viene posato e protetto bene.. cosa che putroppo è avvenuta) impedisca l'assorbilmento della pioggia che putroppo in alcuni appartamenti (sono 4 piani) è penetrato all'interno tanto da produrre delle vere e proprie pareti interne bagnate con le conseguenza che ben puoi comprendere.

Quindi il lavoro da farsi è
- pulire dalla muffa le parti incriminate. e se è possibile in parte ricostruirle
- passare le facciate con un prodotto che possa proteggerle ed evitare in futuro infiltrazioni
- ripassare le fughe
- realizzare dei piccoli spioventi metallici sul bordo tetto per allontanare il più possibile l'acqua dalle pareti esterne
e il tutto con l'uso ovviamente di impalcatura

Ma guardando meglio il regolamento, tabelle millesimali e Planimetria generale - Piano Interatto Box - Posti Auto coperti e Cantinole ho scoperto qualcosa di ancora più sconvolgente: praticamente non è vero che vengono esclusi dalle spese i box inclusi nella proiezione del fabbricato ma quelli che si trovano ***lungo la stessa proiezione***. Le tabelle millesimali infatti riportano per i Box n.16, 17 e 20 valore zero. Persino i posti auto coperti vengono esclusi dalla ripartizione.
Guardate l'img della planetria http://www.postimage.org/image.php?v=gxxgR8J dove potete notare anche dove hanno appena sistemato l'impalcatura. Secondo me ha del pazzesco che ha fondamento sin dal principio.. Qui si tratta di sconvolgere le tabelle millesimali.

Alla luce di quanto ho appena detto sei ancora della convinzione che devono partecipare alle spese tutti coloro che ricadono sotto il tetto di copertura e i muri perimetrali che sorreggono il tetto stesso ?

Rispondi


claistron

Staff
10215 interventi
31/05/2010 20:35:44
.... Le tabelle millesimali infatti riportano per i Box n.16, 17 e 20 valore zero. Persino i posti auto coperti vengono esclusi dalla ripartizione......

Se non sono inclusi nella tabella "A", avranno comunque una tabella millesimale "separata", alla quale fare riferimento.

Ribadisco, solo un regolamento "contrattuale" allegato ai rogiti" può legittimamente esonerare le pertinenze in oggetto dalle spese comuni; l'intervento sul muro perimetrale è un intervento su "bene comune".

In conclusione, se il regolamento contrattuale esonera alcuni posti auto o box dalle spese comuni, solo l'unanimità dei consensi dell'assemblea può modificare simile ripartizione.
In alternativa si può ricorrere al giudice (con pochissime possibilità di successo, vedi sentenze di Cassazione).

Qui comunque trovi riferimenti che ti potrebbero aiutare:

http://www.condomini.altervista.org/RegolContratt.htm

Visita tutto il sito per trovare altre informazioni.

Rispondi


guidolanda

Utente semplice
2 interventi
03/06/2010 19:04:23
>> In conclusione, se il regolamento contrattuale esonera alcuni posti auto o box dalle spese comuni, solo l'unanimità dei consensi dell'assemblea può modificare simile ripartizione.

Eppure da http://www.condomini.altervista.org/RegolContratt.htm
sembra che l'unanimità dei consensi dell'assemblea possa modificare solo questioni relative a divieto di destinare l'immobile a studio radiologico, a circolo ecc
>>Con la sentenza n. 17694 del 14 agosto 2007 si è precisato che hanno natura contrattuale, e possono essere modificate solo con l’unanimità dei consensi dei condomini, **soltanto** le clausole dei regolamenti condominiali limitatrici dei diritti dei condomini sulle proprietà esclusive (**divieto di destinare l'immobile a studio radiologico, a circolo ecc..**) o comuni

Quindi confermi comunque che è possibile modificare le tabelle millesimali anche con l'unanimità dei consensi ?
E se ribadisci questo principio, ti riferisci ai millesimi o al numero di inquilini ?
Quelli della nostra palazzina sono 16 (18 con quelli che hanno solo i box/ o cantinole) ma in realtà se consideriamo tutto il complesso condominiale siamo in tutto 64 distribuiti su 4 palazzine.. (ma ogni palazzina sta prendendo decisioni autonome per i lavori del proprio fabbricato)
Quindi occorrerebbe la maggioranza di 64 o di solo 16 ?

Noi 16 abbiamo la settimana scorsa deliberato sull'approvazione dei lavori.. ma non abbiamo parlato di questo dettaglio.. come posso richiedere una nuova assemblea per deliberare anche su questo ? Quanti inquilini devono richiederla ?

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
pagamento fatture in contanti
spese personali pulizie scale
spese individuali per recupero morosità
ripartizione spesa installazione nuovo autoclave.
attribuzioni spese frontalino balcone aggettante
attribuzione spese conricione sotto-stante la proprietà
attribuzione spese lastrico a negozi in parte coperti dallo stesso
pagamento delle spese per realizzazione cancello ingresso.
rate condominiali presunte non pagate
partecipazione alle spese per rifacimento portone ingresso condominio
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading