Discussione: base imponibile per il calcolo degli adeguamenti annuali ISTAT - locazioni

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

NINO57
Utente registrato
27/05/2010
15:42:16
salve, desidero sapere se il calcolo corretto degli adeguamenti ISTAT sui canoni di locazione deve essere effettuato prendendo a base il primo canone stabilito in contratto, oppure, per gli anni successivi al secondo, l'ultimo canone già aggiornato. Spero di essere stato chiaro nella espressione della domanda.
Grazie!



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10152 interventi
27/05/2010 18:40:43
Esistono delle precise tabelle pubblicate dall'Istat sulle quali puoi basarti per fare i calcoli.

La trovi anche qui:

http://www.taxelex.it/pag.php?pagina=79

Rispondi


NINO57

Utente semplice
1 interventi
27/05/2010 22:15:08
Salve, buona sera, so molto bene che esistono delle tabelle, e dei calcoli manuali che possono soccorrere la mancanza delle tabelle, ma il problema non è conoscere la percentuale da applicare, bensì la base imponibile alla quale applicare la percentuale di adeguamento ISTAT. A dire il vero l'art. 24 della L. 392/1978 indica chiaramente gli elementi (che concorrono alla formulazione del canone di affitto su immobili da adibire ad abitazione) sui quali applicare la citata percentuale, e la mia domanda tende ad avere o meno una conferma, circa l'applicazione della percentuale sempre sul canone base, al massimo maggiorato della quota relativa al rimborso delle spese straordinarie, e mai sul canone rivalutato dagli adeguamenti periodici.

Rispondi


claistron

Staff
10152 interventi
28/05/2010 14:26:34
La tabella appare "ovvia" ed usata da milioni di italiani ....

Si parte con la cifra iniziale di contratto base riferendosi alla mensilità che interessa.
Ogni mese (per te ogni anno) si trovano indicati gli aumenti percentuali (75%) da applicare.

In rete esistono altre tabelle e addirittura calcoli automatici "online" che ti permettono di ricavare istantaneamente la cifra attuale, solo inserendo la data di partenza del contratto e la cifra iniziale, ne trovi decine, come ad esempio qui:

http://www.rivalutazione.it/rivalutazione_interessi.asp

oppure qui:

http://www.rivalutazione.it/rivalutazione_interessi.asp

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
calcolo missesimali verande e loggiati
calcolo dei millesimi
calcolo tabelle millesimali - coefficienti
addebito spese condominiali su immobile acquistato all'asta
esempio calcolo pulizia scala
urgente - manutenzione ordinaria caldaia - annualità saltata, ritardo, varie
calcolo delle teste - caso particolare
diritti e obblighi degli inquilini
spese condominiali per immobile acquistato all'asta
deposito cauzionale su locazioni commerciali
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading