Discussione: Contratto di locazione verbale, diritti e doveri

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Elisa85
Utente registrato
06/04/2010
20:00:33
Buongiorno a tutti, sono nuova del sito e spero che mi possate aiutare con un problema che mi si è presentato grazie ad un "amico". all'inizio del 2008 un "amico di famiglia" ha affittato al mio ragazzo un magazzino per deposito materiale personale dicendo di fare tutto in modo regolare attraverso il "contratto di locazione verbale infranovennale". A fine marzo 2009 ha restituito le chiavi e lasciato il posto in quanto non gli serviva più. Con grande stupore 1 settimana fa ricevo una lettera da un avvocato per conto dell'amico di famiglia (che aveva dato in locazione il magazzino), che intima al mio ragazzo il pagamento di una somma esorbitante insinuando che il canone di locazione era più alto di quello che invece è sempre stato versato correttamente. Come possiamo fare valere i nostri diritti nei confronti di questa persona che ha solo bisogno di scroccare un po di soldi probabilmente? ho guardato qualcosa in internet e ho trovato poche notizie confuse sulla validità - diritti e doveri per i contratti di locazione (ad uso non abitativo) verbali. Vi chiedo un aiuto e vi ringrazio in anticipo.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10154 interventi
06/04/2010 22:05:58
Tranquilla!

Dal 2005 (finanziaria 2005) il contratto "verbale" non ha più alcun valore.

Un contratto di locazione non registrato viene qualificato come contratto nullo, e quindi incapace di produrre effetti (in modo che da tale contratto non deriva in capo ai contraenti alcun diritto e alcun obbligo, con la conseguenza che l’inquilino non può pretendere di utilizzare l’edificio ricevuto in locazione e, in modo parallelo, il proprietario non può pretendere il pagamento del canone stabilito nel contratto).

Nel vostro caso il proprietario non può pretendere alcunché.

Insomma, l'avvocato ha consigliato il cliente di "provarci" .....


Rispondi


Elisa85

Utente semplice
1 interventi
07/04/2010 13:14:36


Ti ringrazio tantissimo almeno so come muovermi e come rispondere a questa persona. Sei stato di grande aiuto.

Buona giornata Elisa



Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
responsabilità amm. su stipula contratto di appalto
registrazione contratto di comodato?
locazione immobile commerciale - buona entrata
cambiare motivo di recesso di contratto affitto
spese condominio bon non iscritte nel contratto di locazione
contratto di affitto aggiunta.
contratto di affitto.
amministratore senza contratto
contratto pluriennale manutenzione ascensore
inserire garante in un contratto di locazione commerciale
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading