Discussione: Affittare un appartamento acquistato con benefici prima casa?

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Simone72
Utente registrato
06/03/2010
00:19:02
Buonasera. Pongo a tutti voi un quesito.
Sei mesi fa ho acquistato nel comune dove lavoro un appartamento con i benefici prima casa e vi ho trasferito la residenza. Premetto che ho chiesto il rimoborso del credito d'imposta e che sono domiciliato presso i suoceri. Adesso ho la possibilità di affittare l'appartamento con un regolare contratto di tipo 4+4 o ci sono degli impedimenti. Ho interpellato l'agenzia delle entrate ma non mi hanno dato risposte esaurienti. Ringrazio tutti quelli che vorranno rispondermi.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10152 interventi
06/03/2010 07:50:45
No ho parlato decine di volte nel forum, bastava usare la funzione "cerca nel sito" in alto.

Comunque, l'Agenzia delle Entrate ha emesso una Circolare sull'argomento, ed è sempre al solito link che indico ogni volta:

http://www.condomini.altervista.org/PrimaCasa.htm

Troverai:

..... Si ricordi che, attualmente, ai fini dell'agevolazione in esame, non è più previsto l'obbligo di adibire l'immobile ad abitazione principale o di dichiarare la volontà, da parte del contribuente, di provvedere a tale destinazione; come rilevato in altra circostanza, (si veda Circolare 69/E del 14 agosto 2002) tale obbligo, che costituiva requisito necessario ai sensi della precedente disciplina, non è stato più riproposto dalla normativa attuale.....

La presente disposizione però è stata recentemente cassata dalla Suprema Corte, vedi sentenza in alto alla pagina del link che ti ho indicato sopra.

Insomma, per la Suprema Corte, per poter godere dei benefici "prima casa" è necessario risiedervi almeno per il tempo stabilito dalla legge.

Rispondi


Mbt

Utente semplice
2 interventi
09/03/2010 21:19:58
Salve,

relativamente alla sua risposta, "è necessario risiedervi almeno per il tempo stabilito dalla legge": in pratica di quanto tempo stiamo parlando? Ringrazio in anticipo per la risposta

Rispondi


claistron

Staff
10152 interventi
10/03/2010 11:20:23
I benefici "prima casa" vengono revocati e sono da restituire quando:

Non si trasferisce la residenza nel Comune ovvero nell'immobile (vedi sentenza indicata sopra) ove è situata l’unità immobiliare entro 18 mesi dall’acquisto; (attenzione alle norme più restrittive in caso di benefici relativi ad un eventuale mutuo)

Si vende o dona l’abitazione prima che sia decorso il termine di 5 anni dalla data di acquisto, a meno che entro un anno non riacquista un altro immobile da adibire a propria abitazione principale.

Rispondi


Mbt

Utente semplice
2 interventi
10/03/2010 21:50:25
Salve,

intanto la ringrazio per la pronta risposta. Quello che mi interessava conoscere, tuttavia, era sapere per quanto tempo debba essere mantenuta la residenza, dove averla spostata nell'appartamento acquistato con le agevolazioni prima casa. In parole povere: sposto la residenza nel suddetto appartamento entro i 18 mesi (no mutuo) richiesti per legge e definiti nel "solito" link. Per quanto tempo la devo mantenere affinchè non decadano i benefici prima casa?

E ne approfitto per farle un'altra domanda: il cambio di residenza deve essere notificato all'Agenzia delle Entrate o il processo è automatico?

La ringrazio in anticipo, cordialità

Rispondi


claistron

Staff
10152 interventi
16/03/2010 12:25:21
È tutto scritto nel "solito" link, basta leggere con attenzione.

Rispondi


pippo!

Utente semplice
1 interventi
01/12/2010 21:03:56
cordiali saluti, mi scuso e ringrazio in anticipo,ma pur avendo cercato,non sono riuscito a trovare la parte che stabilisce per quanto tempo,dopo avere portato la residenza entro i 18 mesi,bisogna mantenerla.
in attesa di una risposta vi ringrazio.

Rispondi


claistron

Staff
10152 interventi
01/12/2010 22:05:39
C'è scritto tutto nella circolare.

Per continuare a godere dei benefici "prima casa" bisogna mantenere il possesso dell'immobile per almeno 5 anni.
Se si vende prima dei 5 anni bisogna riacquistare la "prima casa" entro un anno.

Appare quindi evidente che per almeno 5 anni devi mantenere la residenza nell'abitazione acquistata.

Al termine dei 5 anni puoi vendere l'immobile e quindi appare ovvio che perdi anche la residenza nell'immobile stesso.

Rispondi


w2fdr

Utente semplice
3 interventi
10/06/2011 09:56:12
Vi propongo una situazione leggermente diversa.
Vendendo la prima prima casa e riacquistandone una seconda entro l'anno portandoci contestualmente la residenza, sappiamo che non e' possibile venderla prima dei 5 anni senza ricomnciare il giro,
ma. domanda :
Dopo quanto tempo la si puo liberamente e regolarmente mettere in affitto spostando nuovamente la propria residenza altrove (sempre nel comune) ?
E le pertinenze ? (box)

Rispondi

Pagina: Successiva »»

1 | 2 |



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
come impugnare prima di una assemblea.
dimissioni dell'amministratore prima del bilancio
informativa nella prima assemblea utile
pagamento prima rata 2018 senza approvazione preventivo
appartamento disabitato infestato dai piccioni
spese acqua condominiale in caso di appartamento disabitato
vendita appartamento con spazio condominiale annesso recintato da diversi anni
non accettazione di un regolamento assembleare da parte del un nuovo acquirente di un appartamento
addebito spese condominiali su immobile acquistato all'asta
recesso contratto affitto prima dei 6 mesi di preavviso
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading