Discussione: art. 1102, posso contarci?

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

stdemas
Utente registrato
04/06/2009
12:49:29
Salve, abito al terzo ed ultimo piano di uno stabile di 14 appartamenti. Ho ristrutturato di recente l'appartamento prevedendo un impianto condizionato centralizzato. Ho quindi chiesto all'amministratore di poter installare la macchina frigorifera sul lastrico solare sopra il mio appartamento (art. 1102 cc). L'amministratore (interno, anche Lei abita al terzo piano) mi ha detto che doveva convocare l'assemblea, facendomi capire che avrebbe osteggiato la richiesta.
In una precedente delibera condominiale è stato concesso ad un condomino sempre del terzo piano, che aveva installato la macchina senza chiedere nessuna autorizzazione, di poter lasciare la macchina ponendo però il divieto a tutti gli altri di comportarsi di conseguenza. E' lecito questo atteggiamento, possono effettivamente impedirmi di installare la macchina su un'area ad oggi inutilizzata?
Preciso che per l'installazione dovrei bucare il lastrico sovrastante la mia abitazione.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10163 interventi
04/06/2009 14:02:40
L'installazione appare assolutamente lecita.

Il fatto di dover praticare dei fori sul tetto-lastrico "comune" può però presentare la necessità di dover chiedere l'autorizzazione all'assemblea condominiale.

Devi anche tener conto che se un domani il condominio decidesse di utilizzare il lastrico comune per l'installazione di pannelli solari, avrebbe impedimenti da parte del tuo motore e da quello dell'altro proprietario ormai installato.

Il consiglio è quello di inviare una raccomandata all'amministratore dichiarando che ti vuoi avvalere del 1102, che l'installazione non può essere vietata allo stato attuale e che ti assumi la responsabilità del lavoro a "regola d'arte" per ciò che riguarda i fori in questione.

Rispondi


stdemas

Utente semplice
2 interventi
19/06/2009 09:53:39
Purtroppo ieri in occasione dell'aasemblea straordinaria, da me richiesta per poter avere il consenso, mi sono visto spiattellare davanti il regolamento contrattuale che prevede che le parti comuni non possano essere ingombrate ed occupate.
L'amministratore ha asserito che tale regolamento può essere modificato solo dall'unanimità degli aventi diritto, io non sono convinto visto che è una disciplina su l'uso della cosa comune non dovrebbe essere approvata a maggioranza?

Rispondi


claistron

Staff
10163 interventi
19/06/2009 13:01:24
Ha ragione l'amministratore.

Un regolamento "contrattuale" può essere derogato solo all'unanimità salvo casi particolari.

http://www.condomini.altervista.org/RegolContratt.htm

Rispondi


stdemas

Utente semplice
2 interventi
19/06/2009 18:10:17
Grazie per la pronta risposta!
Ma in questo caso la modifica al regamento contrattuale non riguarderebbe l'utilizzo della cosa comune e quindi apportabile con la semplice maggioranza, come stabilito dalla Cassazione?

Rispondi


claistron

Staff
10163 interventi
20/06/2009 21:24:27
Puoi cercare di seguire questa via, ora hai tutti i riferimenti.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
definizione di condomino ai fini dell'applicazione della limitazione delle deleghe (art. 21 l. 220/2
chiusura luci art. 904 c.c.
dichiarazione ai sensi e per gli effetti della l.27/12/1997 n.449 art. 1 e 13 (ristrutturazioni)
applicazione 4° comma dell'art. 71 bis
applicazione art. 66 disp. att. c.c. i comma
servitu' di passaggio e art.1102
in merito all’art. 1126 c.c., ho un problema di interpretazione.
irregolare impugnazione art.66 disp. att. c.c.
applicazione dell'art. 2052 c.c.
rumori molesti. cosa posso fare?
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading