Discussione: lavori Conformità impianto elettrico conduttore o locatario?

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

SOTTOSCALA9
Utente registrato
21/04/2009
18:05:11
CIAO,
ho stipulato in data 20 marzo una premessa di contratto per un locale commerciale di 400 mq per 2000euro al mese, rilasciando 2 mesi di caparra e il mese di aprile 2009, quello in corso, quindi ci hanno consegnato le chiavi e al primo sopraluogo l'elettricista ha trovato tutti i fili staccati dal contatore e inoltre non ci hanno rilasciato nessun certificato di conformità perchè la gestione precedente ha rinnovato l'impianto elettrico eseguito il progetto della conformità ma non avendo saldato la ditta che ha eseguito i lavori questi non hanno rilasciato nessuna documentazione.
Ora noi abbiamo perso un mese di tempo, di lavoro per l'avvio dell'attività e non abbiamo proseguito nella firma di nessun contratto, sistemare l'impianto e metterlo in conformità con il rilascio di tutte le documentazioni preventiva una spesa di 4000/5000euro.
Il propretario non vuole pagare o al massimo al 50%...ma perchè dovrebbe spettare a noi questo lavoro, nonostante che noi dovremmo entrare in un locale in condizioni perfette in agibilità e abitabilità? considerando anche che il locatore ha percipito una caparra dalla gestione precedente che avrà sicuramente tenuto a fronte dei problemi riscontrati al rilascio del locale..e non era con quei soldi che avrebbe dovuto sistemare l'impianto??
Secondo voi come devo agire??se lui non paga posso recedere dalla promessa e riavere tutti i soldi versati anche la mensilità data all'agenzia??
grazie



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10215 interventi
22/04/2009 02:00:57
Se il contratto di affitto prevede la consegna del bene in regola con le certificazioni degli impianti previsti dalla 46/90, hai il diritto di pretendere la messa a norma dell'impianto ed il pagamento dei relativi oneri.

L'inadempimento è valido motivo per la risoluzione del contratto e della richiesta dei relativi danni.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
riparto costi per installazioni impianto citofonico
lavori straordinari recinzione
pretesa di approvare tabelle millesimali prima dei lavori straordinari
orario per lavori appartamento
responsabilità dell'amministratore per lavori ordinari/straordinari
lavori impianto idraulico e scarichi
lavori di ristrutturazione e ripartizione costi
delibera per lavori su area verde extracondominiale
lavori condominiali parti comuni e non
pianta impianto idraulico
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading