Discussione: Danno su propria servitù da fumi caldaia altro condomino.

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

danyjet
Utente registrato
18/02/2009
13:35:54
Buonasera,
abito al piano rialzato di un condominio di due piani.
Siamo in totale 10 appartamenti, ognuno con la propria caldaia indipendente installata all'esterno sul terrazzo.
La proprietaria dell'appartamento sottostante al mio, ha recentemente sostituito la propria caldaia con una cosidetta "a condensazione" di tipo ecologico, prolungando in maniera considerevole il tubo di scarico portandolo come si suol dire "a filo" del suo lastrico sovrastante che coincide con il pavimento del mio terrazzo.
Risultato: in assenza di vento i fumi della sua caldaia si dirigono tutti nel mio terrazzo con un evidente aggravio della mia servitù.
La proprietaria dice che non vuole spendere per portare lo scarico sul tetto dell'edificio e non può rimettere il tubo come era prima perchè dovrebbe sostituire la tenda da sole che ha davanti.
Faccio presente che:
- i lavori di sostituzione sono stati fatti senza le necessarie autorizzazioni comunali ( quindi siamo di fronte anche ad un presunto abuso edilizio );
- il tipo di caldaia che ha installato per sua natura emette una notevole quantità di fumi e vapore acqueo;
- il tubo di scarico precedente era molto più corto e terminava abbondantemente sotto il lastrico del terrazzo e non provocava nessun danno.
Ho scritto una lettera al Comune, il quale però mi dice che non può fare niente perchè si tratta comunque di una "mera sostituzione" nonostante la modifica apportata al tubo.
Cosa mi consigliate di fare per far valere i miei diritti ?
E' vero che il comune non può fare niente ( a parte sanzionare la proprietaria per abuso edilizio ) ?
Ci sono sentenze precedenti simili che potrebbero aiutarmi ?
Grazie anticipatamente.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10209 interventi
18/02/2009 13:47:14
Devi fare riferimento al T.U. Edilizia e alle norme UBI che obbligano a portare lo scarico dei fumi "oltre il tetto dell'edificio", la vecchia norma che permetteva lo scarico "a parete":

http://www.condomini.altervista.org/ScaricoParete.htm

non può essere invocata in caso di ristrutturazione dell'impianto.

(una caldaia a condensazione emette oltre il 50% di fumi in meno di una vecchia caldaia, emette solo molta "acqua": vapore proprio perchè i fumi vengono abbattuti).

Rispondi


danyjet

Utente semplice
1 interventi
18/02/2009 16:21:27
Grazie, però resta il fatto che ho il mio terrazzo invaso dai fumi della caldaia della vicina, quindi ho un evidente aggravio dei diritti sulla mia proprietà, ho una perdita di valore della casa ( se io domani volessi venderla e l'acquirente si accorge di questa cosa sicuramente non è contento....) e comunque secondo me non può essere considerata una "mera sostituzione" perchè prima c'era una caldaia di un certo tipo con uno scarico di cm 50; adesso c'è una caldaia di altro tipo con uno scarico di mt. 1,20. Giusto ?
Posso pretendere che almeno rimetta lo scarico di cm 50 come era prima ?
Il Comune può fare qualcosa o devo rivolgermi x vie legali ?

Rispondi


claistron

Staff
10209 interventi
18/02/2009 18:14:36
Dovrai far scrivere una diffida dall'avvocato, spenderai qualche Euro, ma raggiungerai sicuramente lo scopo.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
servitù di passo coattiva per usucapione
caldaia e stendibiancheria in giardino privato
soppressione caldaia condominiale
partecipazione alle spese per danno subito
caldaia in condominio
mancata sostituzione caldaia vetusta locatore
danno condominiale pavimento veranda
come si calcola il danno biologico se il resp. è il condominio?
maggioranze per accettazione servitù di passaggio
rottura caldaia, chi risponde?
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading