Discussione: Pulizie scale tra conodomini e conseguenze legali in caso di fratture.

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Rocky
Utente registrato
22/12/2008
14:46:09
Buon giorno, ho 2 domande alle quali desidero avere un vostro suggerimento.

1) Sono proprietario di un'appartamento in un condomino composto da altri 25 condomini.
Data l'inefficienza dell'amministratore si Ŕ considerata la soluzione di adoperarsi a turno per la pulizia delle scale esonerando dall'incarico la precedente impresa di pulizia.
La domanda Ŕ:
Se le persone di turno addette alla pulizia accidentalmente dovessero cadere o ferirsi, quali sono i rischi o le conseguente legali dei condomini ?

2) Nel condominio di cui sopra vi sono alcune persone che non pagano le varie spese ordinarie per le parti comuni, vedi acqua, luce, pulizie scale ecc.
La domanda Ŕ:
Quali metodi o sanzioni adottare nei confronti di questi condomini al fine di far rispettare l'onere ?
Eventualmente spetta all'amministratore agire o vista la latitanza dell'amministratore pu˛ farlo qualsiasi condomino ?

Grazie infinite.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10163 interventi
22/12/2008 18:24:14
Ho risposto decine di volte alle tue domande nel forum.

Devi considerare che ogni condˇmino pu˛ fare ci˛ che vuole nella propria proprietÓ, constatando che le parti comuni sono di proprietÓ degli stessi condˇmini, gli stessi sono legittimati a pulire la loro proprietÓ, anche se comune.

Nessuno pu˛ ledere questo diritto.

Se qualcuno si fa male "sono fatti suoi"; diverso sarebbe se il condominio avesse dato un "incarico" pi¨ o meno remunerato per volgere questo servizio, ma sembra non sia il caso vostro.

In caso di morositÓ di uno o pi¨ proprietari l'amministratore "deve" immediatamente far inviare decreto ingiuntivo ai sensi dell'art.63 Attuazione del Codice Civile; questo non pu˛ farlo un condˇmino qualsiasi.

Se l'amministratore non provvede pu˛ risponderne di persona finanziariamente.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
detrazione fiscale per ristrutturazioni edilizie
decreto ingiuntivo al condominio: Ŕ obbligatorio indicare il codice fiscale?
spese acqua condominiale in caso di appartamento disabitato
spese legali condomini dissenzienti
detrazione fiscale per lavori ordinari
spese legali per morositÓ
pagamento pulizie condominiali con vouchers
spese legali condominiali
possibilitÓ di far eseguire la pulizia delle scale ad un condomino residente
deliberazioni in caso di maggioranza millesimale ma non fisica
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading