Discussione: Termoregolazione riscaldamento

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

Anonimo
Utente non registrato
16/11/2005
14:02:15
Un super condominio (quattro palazzi) pur avendone intenzione non arrivera' mai al distacco del riscaldamento centralizzato per adottare singoli impianti unifamiliari. Pertanto pare ci si possa orientare su sistemi di termoregolazione e di contabilizzazione del calore con riparto degli oneri di riscaldamento in base al consumo effettivamente registrato; visto questo chiedo alcuni chiarimenti:
1- nel caso sopra citato l'impianto di riscaldamento dovrebbe essere acceso notte e giorno??
2- nel caso sopra citato presa la delibera, tutti sono obbligati ad aderire??
3- nel caso sopra citato chi controlla e registra il consumo effettuato su ogni radiatore??
4- Chi ha gia' adottato questo sistema che valutazione ne ha dato ??
Grazie veramente: Armaduck



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10232 interventi
16/11/2005 15:11:28
Buongiorno Armaduck

Le regole per le deliberazioni in assemblea di un "supercondominio" valgono alla stregua di quelle per il condominio tradizionale.

Una deliberazione circa il passaggio dal riscaldamento centralizzato a quello unifamiliare, motivandola con opportuni adempimenti tecnici (risparmio energetico), può essere presa dall'assemblea con la maggioranza semplice.
Qui trovi tutte le indicazioni:
http://www.condomini.altervista.org/RiscaldamentoMaggiorSemplice.htm

Per un'eventuale installazione di contatori per la ripartizione delle spese del riscaldamento centralizzato, nello stesso link che ti ho proposto sopra puoi leggere:
Legge 9 gennaio 1991, n. 10 art. 26 comma 5: Per le innovazioni relative all'adozione di sistemi di termoregolazione e di contabilizzazione del calore e per il conseguente riparto degli oneri di riscaldamento in base al consumo effettivamente registrato, l'assemblea di condominio decide a maggioranza, in deroga agli articoli 1120 e 1136 del codice civile.

Se il sistema di controllo e regolazione viene realizzato da un Termotecnico sicuramente i risultati saranno corretti.

Sono da rispettare gli orari di accensione del riscaldamento in base alle indicazioni di legge, gli orari variano in base alle zone in cui è stato diviso il territorio nazionale.
Leggi qui:
http://www.condomini.altervista.org/OrarioRiscaldamento.htm

Saluti

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
valvole termostatiche e riscaldamento autonimo
riscaldamento centralizzato, è corretto calcolare il 30% per i consumi involontari?
e’ corretto che i negozi non paghino le spese di manutenzione del riscaldamento?
distacco impianto centralizzato del riscaldamento
riscaldamento millesimale
spese di riscaldamento
riscaldamento condominiale
oneri dopo distacco da riscaldamento centralizzato
problemi nel passaggio dariscaldamento centralizzato a d autonomo
riscaldamento alloggio sfitto
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading