Discussione: regolamentazione per le distanze e normative sulle canne fumarie e i comignoli

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

valterino
Utente registrato
18/11/2008
21:21:00
Salve, è la prima volta che partecipo a questo forum, per giunta lo facco anche in modo diretto: ponendo cioè una domanda, a chi..?
A chi spero ne sappia più di me.
ualche tempo ho una disputa con un mio vicino di casa inerente ad una canna fumaria. Le case sono dei tera - tetto a schiera ( attaccate l'una l'altra) site in zona - a vincolo storico -. Nel 2000 con tanto di DIA e parametri dettati dal regolamento edilizio del mio comune ho costruito una canna fumaria che dalla mia cantina andava a sbucare fuori dalla mia terazza di tergo , in un punto distante circa 2,90 mt. dall'altra abitazione in questione in senso orizzontale e raggiungeva un'altezza di circa 6 mt. svettando sino sopra al colmo del mio tetto,rimanendo però circa 2,5 mt. dal tetto dell'altra casa ( ovviamewnte più alta).
Il vicino quando io ho acceso il forno e mandato così i fumi nella suddetta canna fumaria , è saltato su tutte le furie, lamentandosi della non idoneità della mia costruzione. Dal canto mio , ho esibito documentazione edilizia, ma , per mia "ingroranza in materia " tale permesso era - salvo terzi -
Così,dopo quasi 8 anni di quasi totale inattività del forno, vorrei provare a riaccenderlo, ma per farlo ho bisogno di uno scarico idoneo, perciò, dal momento che al primo piano della mia abitazione ( cioè proprio sopra la cantina) vi è una canna fumaria che sbuca nel tetto e che esiste da circa 30 anni , avrei pensato di deviare lo scarico proprio lì. Il punto nodale, da dove poi nasce l mia esplicita domanda all'esperto è: Posso io deviare tale flusso con tubazioni totalmente interne al mio edificio nella citata canna fumaria che sfoga nel vecchio comignolo distante dall'altra abitazione non più di 2 mt. e sottostante al colmo del tetto di essa circa 2- 3 mt. e con ( proprio li sotto ) una finestra che da sulla loro soffitta , risultante essere locale inagibile dal punto di vista abitativo?
Se no fosse la risposta, come dovrei fare?
Grazie e...scusatemi per essermi dilungato un pò troppo.



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10163 interventi
19/11/2008 11:52:05
La fattibilità del lavoro per convogliare i fumi nella vecchia canna fumaria dovranno essere accertati da un tecnico sul posto.

Per il rispetto delle distanze e per l'ubicazione delle canne fumarie si deve fare riferimento alla normativa che in linea di massima impone l'evaquazione dei fumi oltre il tetto e ad un'altezza superiore a luci e finestre delle proprietà vicine quando queste siano a distanza tale da provocare immissioni intolleranti ai sensi dell'art. 844 del c.c.

Anche per valutare distanze e deroghe è necessario il sopralluogo di un geometra.

Per la normativa sulle canne fumarie puoi leggere qui:

http://www.condomini.altervista.org/CanneFumarie.htm

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
grado di incidenza dei propri millesimi sulle parti comuni
canne fumarie in amianto e condominio adiacente
risarcimento danni e pristino stato per violazione distanze legali art. 905 cc dal fondo
distanze dalle strade
validità autorizzazioni nel rispetto distanze dai confini
siepe tra giardini - ci sono normative?
rete "da pesca" o canne per privacy
riaddebito iva sulle spese condominiali
canna fumaria e distanze
non rispetto delle normative in condominio.
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading