Discussione: Deliberano in 2 per sostituzione colonna a 4 appartamenti e pagano in 9

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

GianfrancoBert
Utente registrato
24/06/2018
18:05:57
Salve;in un condominio di 9 appartamenti 4 neccessitano della sostituzione della loro colonna acque nere nella quale confluiscono anche le bianche.La spesa di € 9240,00, in assemblea, viene approvata da 2 condomini, unici partecipanti dei 4, su cui grava l'impegno,che portano 237.46 millesimi, su 219.18 mill. dei 2 assenti.Viene addebitata una spesa di € 8272,00 ai 4 proprietari della colonna con la voce(sostituzione colonna montante acque bianche e nere) agli altri 5 che non avevano partecipato alla delibera perchè i lavori non riguardavano in nessun modo i loro appartamenti,perchè scaricano su altre 2 colonne, sono arrivati dei bollettini postali prestampati con la dicitura(rata sostituzione colonna)la cui somma moltiplicata per 5 equivale a € 1848,00, esattamente la differenza fra la spesa totale approvata e la somma pagata dai proprietari dei 4 appartamenti interessati al lavoro. Ora ai condomini dopo un anno e mezzo dalla data dei lavori arriva un consuntivo nel quale alla voce "sostituzione colonna montante acque bianche e nere" viene affiancata la somma di € 7392,00 e alla voce "lavori scarico acque bianche" la somma di € 1848,00 che è stata addebitata ai 5 condomini sui bollettini come "sostituzione colonna". Ora, la somma da sempre il totale della delibera, ma ai 5 condomini confusi e sbalorditi la risposta che è stata data è: dovete partecipare anche voi alla spesa. Comunque per finire, la somma di €7392,00 èstata messa alla voce "spese scar. E/1 Tab.D" la somma di€1848,00 alla voce "spese generali". I condomini si chiedono se è normale che debbano pagare un lavoro che non riguarda i loro appartamenti, avendo essi la colonna sulla facciata opposta dell'immobile e utilizzano un diverso pozzetto di scarico. Grazie



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

madi2017

Utente semplice
3 interventi
25/06/2018 18:23:00
Buonasera GianfrancoBert
Hai pienamente ragione, in questo caso viene applicato il II comma dell'art 1123 che indica le spese di competenza.
Ci sono gli estremi per un ricorso legale.
Cordialità

Rispondi


claistron

Staff
9987 interventi
25/06/2018 19:36:43
Come ti ha già detto Madi, la spesa in oggetto compete esclusivamente alle unità immobiliari utilizzatrici della colonna montante di scarico (verticale) in oggetto.

Il 3° comma dell'art. 1123 del Codice Civile è chiarissimo sulla materia.

Non vorrei però che l'impresa che ha effettuato i lavori, fosse intervenuta anche su sezioni "orizzontali" a carico di tutto il condominio, accertati di questo.

Trovi i riferimenti giurisprudenziali al nostro link:

http://www.condomini.altervista.org/Scarichi.htm

Rispondi


GianfrancoBert

Utente avanzato
6 interventi
26/06/2018 00:29:29
Grazie, siete eccezionali! In effetti l'impresa, arbitrariamente, anzichè allacciarsi alla braga del piano terra, ha smantellato il tubo del bagno che porta al pozzetto esterno adiacente all'abitazione sostituendoli tutti e due per velocizzare l'operazione (a detta loro). Il costo totale non varia ma i poveri cristi che nulla sapevano dei lavori, si trovano a dover pagare, pro quota, una somma che viene chiamata: nei bollettini postali "SOSTITUZIONE COLONNA", nel rendiconto"LAVORI SCARICO ACQUE BIANCHE"e nel riparto consuntivo globale "SPESE GENERALI" quindi neanche scaricabili. Tutto questo a seguito di una delibera che recitava:" Rifacimento completo della colonna montante". Alla fine di tutto ciò l'aministratore aggiunge: peggio per voi che avete deliberato la sostituzione della colonna quando era evidente che il danno derivava dalla perdita della vecchia braga in piombo dell'appartamento all'ultimo piano. E pensare che uno dei 2 deliberanti è un geometra che aveva indagato il danno su tutti i piani e al quale era stato consigliato di far eseguire un'indagine endoscopica con una sonda ottica, al che, l'unica impresa disponibile si era opposta, naturalmente. Cosa devono fare i "poveri cristi"? Adire le vie legali per € 1848,00? Grazie

Rispondi


claistron

Staff
9987 interventi
26/06/2018 08:58:49
Ricordati che nel condominio, sia le spese ordinarie, che straordinarie, se pagate con l'apposito bonifico, sono scaricabili pro quota (almeno questo).

Attivare un contenzioso giudiziario non ha alcun senso, l'impresa è sicuramente in grado di dimostrare che anche i lavori "comuni" erano assolutamente necessari e sono sorti in corso d'opera.

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
sostituzione infisso in conformità al progetto del costruttore
sostituzione infisso in conformità al progetto del costruttore
suddivisione spese da infiltrazioni negli appartamenti sottostanti una terrazza e parte del tettocon
colonna montante esterna
sostituzione amministratore
mancata sostituzione caldaia vetusta locatore
sostituzione radiatori
e dovuta la quota sostituzione motore cancello, da proprietario appartamento disabitato?
suddivisione spese rifacimento colonna montante acque nere
sostituzione plafoniere scale con altre a doppio isolamento
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading