Discussione: Assicurazione condominio deliberata e mai stipulata dall'amministratore

Torna al forum: "condominio" Stampa discussione (testo semplice)

Corso per amministratori di condominio Overlex / Cescond

Consulenza Legale on line Overlex . Consulenza Fiscale on line Overlex


Messaggio iniziale:

GianfrancoBert
Utente registrato
11/02/2018
13:38:25
Salve a tutti, il quesito che si pone è questo: in una riunione condominiale del maggio 2016, viene riconfermato un amministratore, (il meno peggio fra gli altri disposti ad accettare la eventuale nomina) a causa di un "buco" di circa 9000 euro in un condominio di 9 appartamentini. In questa riunione viene deliberato di aumentare la quota condominiale del valore pari al premio della Polizza scelta e approvata fra 3 proposte. Si fa presente che la vecchia Polizza era già scaduta da ben 4 anni per mancanza di fondi. A oggi, dopo quasi 2 anni si scopre che la Polizza deliberata non è stata ancora stipulata,non è stata convocata nessuna assemblea,non è mai stato inviato nessun consuntivo e non è mai stato approvato il bilancio preventivo del 2017. Questa situazione va bene a chi detiene la maggioranza dei voti nel condominio, che fa fare a voce lavori di manutenzione di piccola e media entità, che potrebbero benissimo essere pagati dall'Assicurazione. Non essendo questi lavori mai stati deliberati, è possibile imputare il costo degli stessi all'amministratore reo di aver utilizzato i fondi per la Polizza a copertura del deficit del condominio, anzichè adire le vie legali verso i morosi, anche questo sostiene, impossibilitato a fare per mancanza di risorse per l'Avvocato.Per i lavori che sono stati effettuati senza delibera si richiede il pagamento con una semplice lettera. Grazie



Corso On Line per Amministratori di Condominio

Risposte alla discussione: (Pagina: 1 )

claistron

Staff
10047 interventi
11/02/2018 19:24:49
Se i lavori da te citati riguardano la manutenzione necessaria ed indifferibile (per non provocare danni alle cose e alle persone), allora l'amministratore "deve" intervenire subito e con i fondi che ha a disposizione.

Se i condómini non pagano le quote, l'amministratore oltre a non avere neppure i soldi per pagare l'assicurazione, non si ritrova i fondi per attivare le procedure per i decreti ingiuntivi (piuttosto costosi finché non si recuperano le passività).

Insomma, dovrebbero essere sempre i soliti (pochi) condómini che con i loro fondi, da anticipare, dovrebbero pagare anche per i soliti morosi, le spese per assicurazione, bollette, manutenzioni, ecc.

Accértati presso l'amministratore della situazione contabile, è un tuo diritto:

http://www.condomini.altervista.org/VisioneDocumentii.htm

Rispondi



Scrivi il tuo messaggio di risposta
Tuo nome: Solo per utenti non registrati.
Scrivi qui la tua risposta

Inserisci nel testo >> Un link a un Sito web | | | |
Scrivi un testo in >> Grassetto | corsivo | Sottolineato
Voglio ricevere un' e-mail quando qualcuno risponde dopo di me (solo utenti registrati)
Digitare il numero nella casella di testo (misura di sicurezza anti-spam)


Sono severamente vietati: offese, polemiche, linguaggio scurrile, inserimento di dati personali o dati sensibili (religiosi, di salute, di convinzioni politiche)
Il forum e' moderato e controllato giornalmente: i messaggi non consentiti verranno subito rimossi, e se necessario segnalati alle autorita' competenti.
A tale scopo, viene registrato l'indirizzo IP del pc da cui scrivete.

Ultime 10 discussioni con parole chiave simili a questa
decreto ingiuntivo al condominio: è obbligatorio indicare il codice fiscale?
amministratore di condominio e proprietario di maggioranza
"catturato" da un nuovo condominio
atto di citazione nei confronti del condominio
garage in condominio e attività lavorativa
bed & breakfast in condominio
d. lgs. 2/2/2001 n.31 acque potabili nel condominio (é obbligatorio applicarlo?)
incongruenza quota pagata dal condomino e quota versata dall'amministratore per detrazione ristruttu
anomalie bilancio di condominio
bed & breakfast in condominio
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading