Condividi su Facebook | Segnala | Errore | Stampa | Zoom
ORDINANZA
Esame di avvocato: l'elaborato deve essere valutato con motivazione: non sufficiente un numero

Pubblicata da: Redazione


Tar Calabria
ordinanza 707/06 del 14/09/2006

T.A.R. CALABRIA- SEZ. di CATANZARO- 14 settembre 2006, n. 707..omissis..

ORDINANZA

nella Camera di Consiglio del 14 Settembre 2006

Visto il ricorso 998/2006 proposto da:

AM

con domicilio eletto in COSENZA

contro

COMMISSIONE ESAMI AVVOCATO C/O CORTE APPELLO CATANZARO

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

rappresentato e difeso da:

AVVOCATURA DISTRETTUALE CZ

con domicilio eletto in CATANZARO

VIA G.DA FIORE

presso la sua sede

COMMISSIONE ESAMI AVVOCATO C/O CORTE DI APPELLO PALERMO

per l'annullamento, previa sospensione dell'esecuzione

del provvedimento di mancata ammissione alle prove orali degli esami di avvocato, sessione 2005, comunicato dalla Corte d'Appello di Catanzaro – Commissione Esami per l'esercizio della professione di Avvocato - e datato 18.05.2006 nonchè di tutti gli atti propedeutici e connessi;

Visti gli atti e i documenti depositati con il ricorso;

Vista la domanda di sospensione della esecuzione del provvedimento impugnato, presentata in via incidentale dal ricorrente;

Visto l'atto di costituzione in giudizio di:

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

Udito il relatore Ref. MARCO M. e uditi altresì gli avvocati come da verbale d'udienza,

Ritenuto che in relazione al pregiudizio prospettato ed alle censure proposte in ricorso, sussistono le ragioni, previste dall'art. 21 della legge 6 dicembre 1971, n. 1034, così come modificato dall'art. 3 della legge 21 luglio 2000, n. 205, per l'accoglimento della domanda cautelare di sospensione del provvedimento impugnato, considerato che il voto numerico, benché di regola sufficiente a motivare un giudizio del genere di quelli di cui si tratta, non appare in grado di supportare una valutazione la cui legittimità è correlata al rispetto di criteri generali stabiliti in sede centrale e, quindi, all'esternazione, anche in forma sintetica, delle ragioni che, alla luce dei criteri stessi, giustificano il giudizio di insufficienza della prova;

P.Q.M.

accoglie l'istanza cautelare, ai soli fini del riesame della valutazione, da effettuarsi a cura della stessa Sottocommissione in diversa composizione

Spese al definitivo (Ric. n. 998/2006).

La presente ordinanza sarà eseguita dalla Amministrazione ed è depositata presso la Segreteria del Tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.

Catanzaro, 14 settembre 2006





Visite:

Siti di interesse per l'argomento: concorsi
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading