Finanziaria 2008: più detrazioni fiscali per giovani e famiglie
Condividi su Facebook | Discuti nel forum | Consiglia | Scrivi all'autore | Errore |

Articolo del 07/01/2008 Autore Dott. Maurizio Calello Altri articoli dell'autore


Dalla casa agli abbonamenti per i trasporti pubblici. Sgravi già in vigore a partire dal 2007

La Finanziaria 2008, (Legge 244/2007) tende la mano ai giovani e alle famiglie promettendo un fisco più leggero e concedendo sconti già a partire dall’anno oramai alle nostre spalle.

Di solito ogni manovra ci riserva a inizio anno rincari e aumenti, ma questa volta si è pensato ad inserire delle disposizioni che tengano conto dei sacrifici sostenuti da famiglie e giovani. Non solo. La finanziaria ha fatto i regali di Natale anche per i redditi 2007 e quindi da dichiarare con la prossima dichiarazione Unico 2008 o modello 730/2008, che andremo a presentare nei prossimi mesi. C’è anche una promessa per i lavoratori dipendenti: se ci sarà un nuovo “tesoretto” nel 2008, questo andrà in buona parte a diminuire le tasse ai lavoratori dipendenti.

Come anticipato, oltre alle promesse, le misure a favore delle famiglie e dei giovani sono numerose. Le principali riguardano sconti sull’affitto dell’abitazione principale, sulla maggiore detrazione ici per la prima casa, sulle spese dell’alloggio sostenute dagli studenti fuori sede, sugli interessi passivi per il mutuo prima casa, per gli abbonamenti ai servizi pubblici, sulle spese di aggiornamento sostenute dai professori, sugli assegni periodici al coniuge, per le famiglie con quattro o più figli e sulle rette per gli asili nido. Inoltre niente tasse per chi ha un solo un reddito da terreni o fabbricati fino a 500 euro. Queste sono le principali novità, che insieme all’esclusione del reddito virtuale della casa di abitazione per il calcolo del reddito complessivo (il che aumenta le detrazioni da calcolare) rappresentano le principali novità introdotte dalla Finanziaria 2008.

Per semplificare la miriade di commi inseriti nella finanziaria, raggruppati in soli tre articoli di legge, disposti in maniera il più delle volte casuale, di seguito si separano gli sconti che si potranno far valere con la dichiarazione per il 2007 da quelli con la dichiarazione per il 2008.

Gli sconti già a partire dalla dichiarazione per il periodo 2007

Sarà la casa consentire da subito gli sconti maggiori. Le disposizioni vanno a favore in maggior parte per i giovani ma anche per tutti gli altri contribuenti. In particolare i giovani di età compresa tra i 20 e i 30 anni titolari di contratti di locazione per l’abitazione principale (ai sensi della legge n. 431 del 1998), che non sia la casa dei genitori o di coloro cui sono stati affidati, godono di una detrazione pari ad Euro 991,60 per il periodo di tre anni, se non possiedono un reddito superiore a Euro 15.493,71. Per tutti gli altri titolari di contratti di locazione, sempre con lo stesso comma 9 dell’articolo 1, viene introdotta una detrazione fissa per chi ha la casa in affitto. Chi ha un’abitazione principale in affitto, mediante un contratto stipulato o rinnovato in base alla legge 431/1998 avrà diritto ad una detrazione di Euro 300 se il reddito complessivo non supera Euro 15.493,71 e invece di Euro 150 se il reddito complessivo non supera Euro 30.987,41. Le vecchie detrazioni, per i lavorator dipendenti titolari di contratti di affitto che trasferiscono nei tre anni precedenti la residenza nel Comune dove lavorano e le altre detrazioni sono rimaste. La casa consentirà anche di usufruire immediatamente di ulteriori benefici. Nella prossima dichiarazione dei redditi, le detrazioni per carichi di famiglia (e altre detrazioni) saranno determinate in base al reddito complessivo al netto del reddito dell’abitazione principale. Ed è stato alzato il tetto massimo per la detrazione degli interessi passivi per l’acquisto della prima casa che passa da 3.615 a 4.000 euro i dipendenza di mutui garantiti da ipoteca su immobili.

L’attenzione della Finanziaria è rivolta poi nei confronti delle famiglie numerose, anche queste a partire dal 2007. Il nuovo sconto prevede che in presenza di almeno quattro figli a carico, ai genitori è riconosciuta un’ulteriore detrazione di Euro 1.200. La detrazione è da suddividere al 50% fra i due coniugi. In caso di coniuge a carico dell’altro, invece, la detrazione spetta interamente a quest’ultimo. Laddove la detrazione superiore dell’Irpef lorda, diminuita delle detrazioni spettanti, è riconosciuto un bonus pari all’ammontare della parte di detrazione che non ha trovato capienza nell’Irpef lorda. Retroagisce al 2007 anche la detrazione, diversa a seconda della fascia di reddito,per i coniugi separati o divorziati che ricevono assegni periodici per decisione del giudice. E’ stata poi prorogata al 2007 la detrazione del 19% delle rette pagate agli asili nido pubblici o privati. Il limite massimo di spesa su cui calcolarla è Euro 632 per ogni figlio. Esonerato dalla dichiarazione 2008, infine, chi possiede redditi fondiari non superiori a Euro 500 derivanti d terreni o fabbricati.

Gli sconti che partiranno con la dichiarazione per il periodo 2008

Ci vorrà tempo ancora per la presentazione della dichiarazione Unico o modello 730 2009, relativi al periodo 2008. Tuttavia le spese sostenute da oggi e fino al 31 dicembre 2008 potranno portare a benefici nella futura dichiarazione. E’ il caso dei professori di ogni ordine e grado, anche non di ruolo con incarico annuale, che potranno usufruire di una detrazione pari al 19% delle spese documentate per l’aggiornamento e per la formazione fino ad un importo massimo di Euro 500 (in pratica lo sconto massimo è di 95 euro). Dovranno aspettare lo stesso tempo gli studenti fuori sede , in questo caso per ottenere uno sconto del 19% su un importo massimo di Euro 2.633 sull’affitto. Si potranno detrarre anche le rette o canoni pagate per i collegi o enti per il diritto allo studio. Per poter ottenere le detrazioni bisogna essere iscritti ad un corso di laure presso un’università di un comune diverso da quello di residenza, distante almeno 100 Km e comunque in una provincia diversa. In attesa anche lo sconto per gli abbonamenti dei servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale, acquistati entro il 31 dicembre 2008. In tal caso spetta una detrazione dall’Irpef pari al 19% delle stesse spese non superiore a Euro 250 (in pratica lo sconto massimo è di 47,50 euro).

La finanziaria 2008 prevede poi per l’ici sulla prima casa una detrazione ulteriore pari a 1,33 per mille. Il nuovo sconto non potrà superare i 200 Euro.


Dott. Maurizio Calello
Dottore Commercialista
^ Vai all' inizio


Articoli correlati

Articoli su Overlex per l'argomento: finanziaria

» Tutti gli articoli su overlex in tema di finanziaria

Siti di interesse per l'argomento: finanziaria





Concorso miglior articolo giuridico pubblicato su Overlex
Clicca qui
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading