Convegno/evento giuridico
Corso di formazione per interpreti e traduttori forensi

« Torna alla sezione Eventi

Firenze 10/09/2006


CSI-PERITI E CONSULENTI FORENSI

Riconoscimento giuridico del 24/05/2006 al n. 521 del Registro Regionale delle Persone Giuridiche Private istituito ai sensi del D.P.R. del 10.2.2000 n. 361.

in collaborazione con

Criminologia.it
Rivista internet di Teoria e Scienze Criminali


ANIMI associazione nazionale per l'immigrazione

presentano:

CORSO DI FORMAZIONE
PER INTERPRETI
E TRADUTTORI FORENSI

Direttore scientifico: Prof. Saverio Fortunato (Specialista Criminologia Clinica)

Direttore Didattico: Avv. Mario Pavone (Patrocinante Corte di Cassazione)

LE ISCRIZIONI SCADONO IL 10 SETTEMBRE 2006

L'esigenza di questo Corso nasce dal fatto che l'attuale panoramica forense è fatta di interpreti occasionali, ossia scelti di volta in volta tra i connazionali degli imputati che conoscono la lingua (se la conoscono!) e possono tradurre in udienza quello che il giudice, gli avvocati o il Pm affermano. Questi "interpreti" occasionali, ovviamente, non hanno idea di cosa sia un processo penale e non s'intendono di diritto o di procedura penale, quindi hanno enormi difficoltà a tradurre e far comprendere alle Parti i contenuti tecnici dell'oratoria processuale.


Materie:

Elementi di Diritto Penale
Elementi di Criminologia
Elementi di Procedura Penale
Elementi di Diritto Costituzionale
Elementi di Diritto dell'immigrazione
Microlingua sui termini forensi
L'Interprete e il Traduttore Giudiziario come libero Professionista tra il Consulente Tecnico il Perito
Elementi di Etica Professionale

Programma:

FINALITA': n el procedimento penale italiano è prevista la nomina di un interprete, ai sensi dell'art. 111 (recentemente modificato) della Costituzione Italiana e degli artt. 143 – 147 del Codice di procedura penale, qualora le parti coinvolte non conoscano la lingua ufficiale del processo (che, in base all'art. 109 c.p.p., è l'italiano), o qualora non la conoscano a sufficienza per affrontare adeguatamente la dinamica processuale. Ciò, per garantire all'imputato di essere parte attiva del processo.

OBIETTIVO: l'iniziativa vede il supporto di docenti universitari, specialisti e magistrati; lo scopo è di offrire una base formativa professionale alla figura dell'interprete e del traduttore giudiziario.

DESTINATARI: laureati e diplomati in lingue o con titoli equipollenti o di madre lingua.
La padronanza della lingua straniera, insieme all'italiano, è requisito indispensabile.

AMMISSIONE: per titoli o colloquio.

LA DURATA: il corso si svolgerà in complessivi 7 incontri full immersion, per un totale di 50 ore di lezioni frontali ed esercitazioni pratiche.

LA FREQUENZA: è obbligatoria, sono ammesse 2 assenze, per recuperare le quali lo studente può frequentare le date di recupero o eseguire una relazione su un argomento stabilito con il docente.

IL COSTO è di 700 euro; è previsto lo sconto del 20% per gli associati a CSI-PERITI E CONSULENTI FORENSI (Per associarsi a CSI, clicca qui )
L'importo è pagabile anche in 2 rate.

PER ISCRIVERSI AL CORSO, clicca qui

Data scadenza iscrizioni 10 settembre 2006

LA SEDE: Firenze o Montecatini Terme (PT)

L'ATTESTATO: il Corso è promosso dall'Associazione CSI-PERITI E CONSULENTI FORENSI non rilascia un titolo giuridico né abilitante (l'esercizio dell'attività forense di perito o consulente, ovvero di interprete e traduttore giudiziario non è giuridicamente regolamentata).

PROVA FINALE: al termine è prevista una prova finale su un caso forense simulato.


Per informazioni:
csi@criminologia.it

Dichiarazione di responsabilità di Criminologia.it
Criminologia.it si assume la responsabilità per i contenuti, la qualità e la correttezza etica di questa attività didattica.




Siti di interesse
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading