Convegno/evento giuridico
Il diritto privato regionale nella prospettiva europea

« Torna alla sezione Eventi


Macerata
30/09/2005

Relatore: -


Modulo d'iscrizione


Clicca qui



Presentazione

L’art. 117 della Costituzione riserva alla competenza statale la “materia” denominata ”ordinamento civile”, ma attribuisce alle Regioni competenza legislativa, in via concorrente o esclusiva, in molte materie aventi diretta attinenza privatistica (commercio con l’estero, professioni, ordinamento sportivo, tutela della salute, governo del territorio, trasporti, previdenza, beni culturali, casse di risparmio ecc.).

Esiste, dunque, uno spazio legislativo regionale in materia privatistica.

Nello stesso tempo, le Regioni sono sempre più interessate in via diretta dal processo di integrazione europea (si veda, da ultimo, la L. 4 febbraio 2005 n. 11).

Il presente convegno vuole costituire una occasione di riflessione sul tema nella prospettiva europea, tenendo presenti i molteplici punti di osservazione implicati: quello pubblicistico, per ricostruire il nuovo assetto delle fonti dopo la riforma del titolo V della Costituzione; quello storico, per indagare sul pluralismo delle fonti nell’esperienza giuridica europea; quello privatistico, per tracciare i confini della materia “ordinamento civile” e i limiti reciproci esistenti tra legislazione statale e regionale.

Il tentativo è di cogliere itinerari di “sostenibilità” del processo che dal diritto comunitario, passando per quello statale, giunge al livello regionale e viceversa.

Programma



Venerdì 30 Settembre 2005


ore 9,30
Saluti

Roberto Sani
Magnifico Rettore

Rino Froldi
Preside Facoltà di Giurisprudenza

Francesco Prosperi
Direttore del Dipartimento

Introduzione al convegno
Ermanno Calzolaio

I SESSIONE
IL PLURALISMO DELLE FONTI


Alessandro Pizzorusso
Università di Pisa
Il nuovo assetto delle fonti in Italia dopo la riforma del titolo V della Costituzione

Mario Ascheri
Università Roma Tre
Il diritto comune europeo: quale modello?

Luigi Moccia
Università Roma Tre
La “cittadinanza europea” come “cittadinanza differenziata” a base di un sistema multilivello di “diritto privato”



ore 13,00

Buffet


ore 15,00

II SESSIONE
ESPERIENZE EUROPEE A CONFRONTO


Hector MacQueen
University of Edinburgh

Maria Giovanna Cubeddu
Università di Trieste

Guillermo Palao
Universidad de València

Gerardo Ruiz-Rico Ruiz
Universidad de Jaén

Comunicazioni
Conclusioni
Pietro Rescigno
Emerito Università La Sapienza


ore 20,30

Cena

E’ prevista la traduzione simultanea


Sabato 1 Ottobre 2005



ore 9,00

III SESSIONE
DIRITTO PRIVATO E REGIONI


Relazione introduttiva
Annibale Marini
Giudice costituzionale
La Corte Costituzionale e il diritto privato regionale prima e dopo la riforma

Guido Alpa
Università La Sapienza
I significati del sintagma "ordinamento civile"

Vincenzo Roppo
Università di Genova
Il diritto privato regionale
e il ruolo dei privatisti

Paolo Vitucci
Università La Sapienza
Gli “ordinamenti territoriali distinti” nella tradizione e nelle prospettive del diritto privato

Tavola rotonda

Relazione conclusiva
Pietro Perlingieri
Università del Sannio





Il presente convegno è organizzato nell'ambito della ricerca dal titolo "Il diritto privato regionale dopo la riforma del titolo V della Costituzione: una prospettiva comparatistica", coordinata dall'Università di Macerata e realizzata congiuntamente all'Università di Roma Tre e del Molise, cofinanziata dal Ministero dell'Università e della Ricerca Scientifica (PRIN 2004).



Siti di interesse
logo del sito
Il Quotidiano giuridico on line ISSN 2280-613X


Loading